IN ASCOLTO DEI CITTADINI

IL PROGETTO

Quando l’8 luglio 2019, fui eletto Presidente del Consiglio comunale, esplicitai la volontà di rappresentare questo ruolo anche “uscendo dal palazzo” e andando sul territorio ad ascoltare i problemi dei cittadini.

Un momento della conferenza stampa del 16 dicembre 2019

Dopo alcuni mesi, necessari per preparare la cosa da un punto di vista formale e amministrativo, siamo finalmente pronti a cominciare a prendere contatto con tutti gli ambiti del comune di Reggio Emilia (le quasi 60 zone in cui è diviso tutto il Comune) e mettere in programma le attività sul territorio. L’obiettivo è incontrare i cittadini sul loro territorio: da Bagno a Gaida, da Rivalta a Roncocesi, dal centro città alle periferie; mettendosi in ascolto dei loro problemi e delle loro segnalazioni, cercando poi di lavorare per trovare soluzioni quando possibile.


L’idea è di ascoltare i singoli cittadini,

non i comitati o i gruppi organizzati che già hanno modo di portare le loro istanze, e per favorire la partecipazione dei cittadini gli incontri si terranno nei loro territori: sale civiche, centri sociali, sale parrocchiali, parchi pubblici, ed altri ancora.


Gli obiettivi del progetto sono due:

da un lato raccogliere i problemi e fornire possibili soluzioni,

da un altro lato costruire una sorta di “database” dei problemi riscontrati e soprattutto delle soluzioni individuate e metterlo a disposizione di tutti i Consiglieri comunali e di tutti i cittadini attraverso un apposito sito web, affinché se altri avessero domande analoghe, possano già trovare possibili risposte.


L’intenzione è di facilitare la partecipazione:

il calendario prevederà alcuni incontri al mattino, altri alla sera, altri all’ora di pranzo e di cena, alcuni nei feriali, altri nei festivi. Questo anche per vedere quali sono i momenti in cui c’è una maggior risposta dei cittadini e per coinvolgere target ed età diverse.


La cosa a cui tengo particolarmente è che questi incontri possano rappresentare tutto il Consiglio comunale e per facilitarlo in ogni incontro chiederò di essere accompagnato da un diverso Consigliere comunale ogni volta, proponendolo a tutti: dalla maggioranza all’opposizione, in rigoroso senso alfabetico partendo dalla Aguzzoli Claudia del PD, per poi passare ad Aguzzoli Fabrizio del M5S e finire con Vinci Gianluca della Lega.

Proprio in un’ottica di par condicio e per facilitare la partecipazione serena di tutti i Consiglieri, gli incontri sul territorio partiranno dopo le elezioni regionali del 26 gennaio 2019; perché l’obiettivo non è incontrare i cittadini per promuovere il nostro punto di vista politico, ma ascoltare ciò che loro hanno da dire e prima di tale data potrebbe essere difficile tenere questo equilibrio.


Questa esperienza è una cosa nuova per il nostro territorio e non so quali potranno essere le difficoltà, ma sicuramente ce ne saranno.

Resto comunque molto tranquillo nel dire che in qualche modo saranno superate e mi auguro che parlare con i cittadini, ascoltare i loro problemi e fornire risposte, anche se non sempre esaurienti, possa aiutare a costruire un rapporto migliore con le persone e una convivenza più serena e collaborativa.